CHIAMACI (sabato 9.00 - 11.00) 045 8204531

Operazione Mato Grosso


Operazione Mato Grosso

Contatti

Come sostenerci?

Contattandoci per lo svolgimento di lavori manuali, ai seguenti numeri:

Verona nord e Verona ovest
Luca Costantino 346 7398351

Affi- Lago di Garda
Davide Benedetti 340 9494492
Francesco Ferron 349 4246528

Verona sud e Verona est
Alberto Tescaroli 328 5488239
Giulio Bagnoli 340 0085712

Per il servizio catering:

Giorgio De Beni 045 7236225

  • Visitando il nostro mercatino dell’usato in Via Forte Garofolo 10 a San Giovanni Lupatoto, i cui orari e giorni di apertura potete visualizzare sul sito: ghedetuto.jimdo.com
  • Nella dichiarazione dei redditi destinando il 5‰ delle proprie imposte all’ associazione di volontariato Don Bosco 3A (che destina tutte le sue entrate a favore del Movimento “Operazione Mato Grosso” in America Latina) apponendo la propria firma nell’apposito riquadro e indicando il Codice Fiscale della Associazione Don Bosco 3A: 80001120148
  • Con una donazione intestata a

Associazione Don Bosco 3A – organizzazione di volontariato, ONLUS di diritto
Sede Legale: Via Formellino n° 109, 48018 Faenza (RA) C.F.: 80001120148
Recapito Postale: Via Ca’ Dolce n° 15, 47121, Forlì (FC)

Conto corrente bancario
c/o Unicredit Banca, Agenzia Forlì Stadium, piazza Falcone e Borsellino
IBAN: IT 46 O 02008 13202 000010277292
Nella causale indicare: “per le opere di padre Ugo de Censi”

Operazione Mato Grosso e ASFA

E’ nata da qualche anno la collaborazione con ASFA, attraverso la divulgazione di volantini informativi e il passaparola, cerchiamo di diffondere e promuovere, anche al di fuori del nostro gruppo di volontariato, la donazione di sangue, un bene prezioso e insostituibile.

Chi Siamo

L’ Operazione Mato Grosso (OMG) è un movimento spontaneo di giovani nato nel 1969 dall’intuizione di un sacerdote salesiano, don Ugo De Censi.
L’ incontro nel ‘67 con i poveri di Poxoreo, nella regione del Mato Grosso in Brasile, fece nascere nei giovani volontari italiani il desiderio di continuare ad aiutare le persone che avevano conosciuto in terra di missione. Ma come?

  • Regalando il proprio tempo libero
  • Gruppi di giovani iniziarono a riunirsi per svolgere lavori manuali fra i più vari: raccolta di carta, ferro, giardinaggi, lavori agricoli, sgomberi, traslochi, pulizia sentieri, costruzione e gestione di rifugi e molto altro
  • I gruppi adulti si occupano di servizio catering, mercatino dell’usato, mostra dei mobili Andini…

Attualmente in Italia ci sono circa 130 gruppi di giovani che lavorano nell’OMG e molti gruppi adulti (genitori ed amici) che condividono e sostengono le missioni OMG.
A Verona i gruppi di giovani si trovano nelle zone di:

  • Affi
  • Valpolicella
  • Isola della Scala
  • Legnago

Per mezzo del lavoro i giovani intraprendono una strada che li porta a scoprire ed acquisire alcuni valori fondamentali per la loro vita: la fatica, il “dare via” gratis, la coerenza tra le parole e la vita, lo spirito di gruppo, il rispetto e la collaborazione verso gli altri, la sensibilità e l’attenzione ai problemi dei più poveri, lo sforzo di imparare ad amare le persone.
Dal Brasile l’OMG si è diffusa in Ecuador, Bolivia e Perù, ad oggi si contano oltre 90 missioni e più di 600 volontari permanenti: famiglie, giovani, adulti, sacerdoti, che offrono il loro lavoro in forma completamente gratuita. In America Latina si realizzano attività in campo educativo, religioso, sanitario, agricolo e sociale in generale.
Ospedale di Chacas, Perù
Garantisce assistenza sanitaria gratuita grazie a medici e infermieri italiani che vi lavorano in modo del tutto gratuito per periodi medio lunghi e grazie anche all’aiuto di medici volontari peruviani.
Papelera di Chimbote, Perù
In molte missioni sono nati dei “Talleres”, scuole che garantiscono ai ragazzi più poveri, una formazione professionale: falegnameria, tessitura, idraulica, meccanica, vetreria… al termine degli studi viene data la possibilità ai ragazzi di lavorare all’interno delle cooperative OMG e vengono regalati gli strumenti di lavoro, a chi volesse spostarsi altrove.
Fra le altre opere e attività:
asili, doposcuola, oratorio, case per bambini orfani, case per anziani, case per disabili…

null

Maggiori informazioni

Consulta il documento integrativo di presentazione